La pulpite dentale

La causa dell’apparizione della pulpite è, nella maggior parte dei casi, gli agenti biologici (microrganismi e le loro tossine) che entrano nella polpa a seguito della carie tramite lo smalto e la dentina; inoltre la pulpite può essere risultato di un trauma meccanico, fisica o chimica come ad esempio gli agenti termici dopo le procedure dentali ripetute o di determinati materiali e farmaci odontoiatrici.

L’infiammazione associata con un’infezione batterica, come nel caso della dentina profondamente decrepita, la camera polpare non è più isolata dalla cavità orale.Quando la polpa dentale s’infiamma, la pressione nella cavità polpare inizia a salire, causando pressione sul nervo del dente e sui tessuti circostanti. La pressione causata da infiammazione può causare dolore a un livello leggero o molto intenso, a seconda del suo grado di gravità. Spesso, la pulpite può creare una tale pressione sul nervo del dente che diventa molto difficile trovare il dente ferito, facendo confusione con i denti adiacenti. Dall'infiammazione nel dente è assai difficile ridurre l'infiammazione nella cavità polpare.

A differenza di altre parti del corpo in cui la pressione può dissipare attraverso i tessuti molli circostanti dove possono arrivare i linfonodi, la cavità polpare è molto diversa. La dentina circostante alla polpa è resistente alla pressione dell’infiammazione, per cui la pressione è improbabile dissipare prima dell’apparizione della necrosi polpare. La cavità polpare fornisce all’organismo in modo inerte una provocazione di reazione del sistema immunitario, rendendo poco probabile l’eliminazione dell'infezione batterica. Il dolore sarà interrotto quando la polpa dentale sarà necrotizzata, tuttavia, l'infezione può diffondersi tra lo spazio paradontale (alla radice del dente).

Pulpitis


Il trattamento endodontico rappresenta una parte del trattamento di polpa dentale che consente l’eliminazione dell'infezione e la protezione del dente decontaminato, da una futura invasione microbica. Anche se, questa serie di procedure riguardano il canale radicolare, questo termine non è esatto; i canali radicolari e le camere polpare sono cavità anatomiche in un dente che sono abitati naturalmente dal tessuto nervoso, vasi sanguigni e una serie di altre entità cellulari, mentre il trattamento endodontico include la rimozione completa di queste strutture, un'ulteriore pulizia, consegna della forma e la decontaminazione di queste cavità utilizzando piccole celle, soluzioni irriganti e l’otturazione, o riempimento, dei canali radicolari decontaminati con un materiale riempitivo inerte, come la guttaperca, il cemento a base di eugenolo.

Pulpitis